Relibook – Nuovo libro di testo per la scuola secondaria di 1° grado

Relibook
E’ uscito da pochi giorni un nuovo libro di testo che ho scritto insieme alla collega Barbara Pandolfi. Si tratta di “Relibook” per la scuola secondaria di 1° grado, edizioni SEI di Torino. Vi domanderete perché “Relibook”, in effetti il titolo del libro anticipa il contenuto che in questo caso muove le mosse dai più famosi social network, Facebook in primis. Ma vi illustro a grandi linee il contenuto del volume. Innanzitutto si tratta di una edizione in 3 volumi oppure in volume unico, con dossier e libro per i BES allegato.

Come autori è sembrato opportuno partire dal vissuto esperienziale dei ragazzi non solo con un testo semplice e di facile comprensione, ma anche con tutta una serie di richiami agli strumenti che la rete mette oggi a loro disposizione, in modo da motivare gli alunni ad un ascolto più attento e meno “noioso” del messaggio che ogni unità porta con sé. L’alunno è accompagnato per mano, a partire proprio da ciò che gli è più familiare, a entrare nel vivo della lezione ascoltando parlare il personaggio in prima persona, approfondendo la tematica, analizzando la parte iconografica.
In questo senso ogni unità del testo (10 unità per anno) si apre con una sezione intitolata “Il Personaggio racconta”, in cui un personaggio appartenente alla storia sacra o alla storia umana più in generale racconta in prima persona, in chiave volutamente narrativa, la propria vita, la propria esperienza significativa; il tono coinvolgente del racconto introduce con immediatezza lo studente nell’ambito dell’argomento, per poi passare alla seconda sezione (“Il Tema”) che ne esplicita gli aspetti fondamentali.

Proprio in una “chiave social” coinvolgente e immediata, nella prima sezione sul personaggio appaiono piccoli box con le notifiche (ad esempio: Abramo si trova a Ur, Gesù ha aggiunto Simone e Andrea come amici ecc…), i messaggi (San Paolo ti ha appena mandato un messaggio), gli stati (Abramo è felice perchè ha appena avuto un figlio; Abramo è triste perché lo deve sacrificare), le richieste di amicizia (San Francesco vuole essere tuo amico, accetti? Sì/No perché), gli eventi (Domenica della Palme Gesù entrerà a Gerusalemme – Parteciperò/Forse ecc…).
Nella terza sezione, “L’Ambiente”, una doppia pagina arricchita da immagini grandi e fortemente comunicative (disegni ricostruttivi, fotografie, carte geografiche) contestualizza vicende e argomenti e, attraverso il forte impatto iconografico, approfondisce ulteriormente le informazioni attinenti al tema.

Relibook

Ma il libro si arricchisce anche di ulteriori preziose rubriche:

Anche tu…: spunti di riflessione di natura più direttamente esperienziale;
ReliPedia: approfondimenti di termini e concetti affrontati nel testo;
ReliAnswer: domande e risposte su aspetti particolari ma rilevanti relativi all’argomento trattatto nella pagina;
ReliVIP: box con brevi biografie di personaggi che hanno vissuto esperienze significative;
Meme: immagini curiose ma familiari ai ragazzi, accompagnate da una frase che sintetizza l’argomento in questione in modo divertente e un po’ provocatorio.
Immagini 3D: da visualizzare con gli occhialini anaglifici
Relicraft: idee per la costruzione di edifici 3D con programmi in stile Minecraft
Compiti di Realtà: per ogni capitolo, opportunamente spiegati ai ragazzi anche ai fini di un loto autovalutazione
DVD interattivo con video, giochi, visite virtuali

Occhiali 3D Religione

Insomma abbiamo cercato di intercettare il mondo dei ragazzi e ve lo abbiamo portato in classe all’interno di questo libro. Tutti i colleghi della scuola secondaria di 1° che sono in scadenza di adozione e che sono interessati ad adottarlo per quest’anno scolastico possono richiedere una copia omaggio all’Editore semplicemente compilando il modulo che si trova a questo indirizzo.

Relibook



Relibook – Nuovo libro di testo per la scuola secondaria di 1° grado

Relibook
E’ uscito da pochi giorni un nuovo libro di testo che ho scritto insieme alla collega Barbara Pandolfi. Si tratta di “Relibook” per la scuola secondaria di 1° grado, edizioni SEI di Torino. Vi domanderete perché “Relibook”, in effetti il titolo del libro anticipa il contenuto che in questo caso muove le mosse dai più famosi social network, Facebook in primis. Ma vi illustro a grandi linee il contenuto del volume. Innanzitutto si tratta di una edizione in 3 volumi oppure in volume unico, con dossier e libro per i BES allegato.

Come autori è sembrato opportuno partire dal vissuto esperienziale dei ragazzi non solo con un testo semplice e di facile comprensione, ma anche con tutta una serie di richiami agli strumenti che la rete mette oggi a loro disposizione, in modo da motivare gli alunni ad un ascolto più attento e meno “noioso” del messaggio che ogni unità porta con sé. L’alunno è accompagnato per mano, a partire proprio da ciò che gli è più familiare, a entrare nel vivo della lezione ascoltando parlare il personaggio in prima persona, approfondendo la tematica, analizzando la parte iconografica.
In questo senso ogni unità del testo (10 unità per anno) si apre con una sezione intitolata “Il Personaggio racconta”, in cui un personaggio appartenente alla storia sacra o alla storia umana più in generale racconta in prima persona, in chiave volutamente narrativa, la propria vita, la propria esperienza significativa; il tono coinvolgente del racconto introduce con immediatezza lo studente nell’ambito dell’argomento, per poi passare alla seconda sezione (“Il Tema”) che ne esplicita gli aspetti fondamentali.

Proprio in una “chiave social” coinvolgente e immediata, nella prima sezione sul personaggio appaiono piccoli box con le notifiche (ad esempio: Abramo si trova a Ur, Gesù ha aggiunto Simone e Andrea come amici ecc…), i messaggi (San Paolo ti ha appena mandato un messaggio), gli stati (Abramo è felice perchè ha appena avuto un figlio; Abramo è triste perché lo deve sacrificare), le richieste di amicizia (San Francesco vuole essere tuo amico, accetti? Sì/No perché), gli eventi (Domenica della Palme Gesù entrerà a Gerusalemme – Parteciperò/Forse ecc…).
Nella terza sezione, “L’Ambiente”, una doppia pagina arricchita da immagini grandi e fortemente comunicative (disegni ricostruttivi, fotografie, carte geografiche) contestualizza vicende e argomenti e, attraverso il forte impatto iconografico, approfondisce ulteriormente le informazioni attinenti al tema.

Relibook

Ma il libro si arricchisce anche di ulteriori preziose rubriche:

Anche tu…: spunti di riflessione di natura più direttamente esperienziale;
ReliPedia: approfondimenti di termini e concetti affrontati nel testo;
ReliAnswer: domande e risposte su aspetti particolari ma rilevanti relativi all’argomento trattatto nella pagina;
ReliVIP: box con brevi biografie di personaggi che hanno vissuto esperienze significative;
Meme: immagini curiose ma familiari ai ragazzi, accompagnate da una frase che sintetizza l’argomento in questione in modo divertente e un po’ provocatorio.
Immagini 3D: da visualizzare con gli occhialini anaglifici
Relicraft: idee per la costruzione di edifici 3D con programmi in stile Minecraft
Compiti di Realtà: per ogni capitolo, opportunamente spiegati ai ragazzi anche ai fini di un loto autovalutazione
DVD interattivo con video, giochi, visite virtuali

Occhiali 3D Religione

Insomma abbiamo cercato di intercettare il mondo dei ragazzi e ve lo abbiamo portato in classe all’interno di questo libro. Tutti i colleghi della scuola secondaria di 1° che sono in scadenza di adozione e che sono interessati ad adottarlo per quest’anno scolastico possono richiedere una copia omaggio all’Editore semplicemente compilando il modulo che si trova a questo indirizzo.

Relibook



“Generazioni Digitali” – Il libro per genitori e formatori

generazioni digitali

E’ frutto dello studio dell’amico don Marco Sanavio sacerdote della Diocesi di Padova, responsabile delle comunicazioni sociali, e di Luce Maria Busetto, psicologa e psicoterapeuta padovana, il metodo nato per formare i giovani all’uso degli schermi digitali. La tecnica è stata sperimentata in maniera ufficiale e controllata nell’Istituto comprensivo paritario Collegio Dimesse un paio di anni fa ed ora debutterà in un libro, dal titolo “Generazioni Digitali” in uscita tra pochi giorni.

Sono quattro le fasi in cui si articola il metodo: ascolto, simbolizzazione, riappropriazione, fase autonormativa. Il metodo e’ utilizzabile sia a livello scolastico che familiare ma sembra funzionare anche nel prevenire e ridurre i rischi legati a bullismo, vessazioni, sexting.

Non e’ un caso infatti se alla sua definizione ha collaborato anche una psicologa e psicoterapeuta che da anni si occupa di questo settore, anche da punto di vista clinico. La sperimentazione è avvenuta in varie situazioni, in anni diversi ed è stata poi cristallizzata in questo libro. L’idea è quella di creare dei formatori o genitori autonomi e competenti nella formazione permanente dei ragazzi. Complimenti a don Marco e a Luce Maria per questo bel lavoro di grande utilità e attualità.

Per acquistarlo cliccate qui



Due video promozionali dell’Ora di Religione a scuola

Sono immediati, accattivanti, efficaci… Sono i video realizzati dalla mia diocesi di Livorno (Ufficio di Pastorale Scolastica e Ufficio Scuola) in collaborazione con alcune scuole medie e superiori della città. Lo scopo è quello di parlare dell’ora di religione in modo nuovo, anche attraverso i nuovi media, per mostrare ai ragazzi quanti loro coetanei scelgono ogni anno di rimanere a scuola un’ora in più. A dispetto del disimpegno e dell’ora di niente, sono i ragazzi stessi a dirlo nei video, durante l’ora di religione si cresce, si imparano cose nuove, ci si diverte e si discute in modo diverso di quello che succede del mondo. Uno dei video è stato volutamente girato in diverse lingue perché nella realtà delle nostre scuole sono sempre di più gli studenti immigrati che devono conoscere questa opportunità che viene loro offerta.

_________________________________

_________________________________

Animazioni 3D per la scuola

Animazioni 3D

Il sito Mozaik Education è una vera manna per tutti coloro che a scuola hanno una Lim e sono alla ricerca di animazioni 3D per rendere le lezioni più interattive. Anche se il sito nasce per tutte le materie scolastiche (ci sono infatti molte animazioni dedicate alle Scienze), possiamo trovarci anche edifici a carattere religioso magari legati alla Storia (la Ka’ba, Stonehenge, l’Acropoli di Atene, Chiese, Piramidi ecc…).

Per visualizzare le animazioni 3D bisogna però scaricare un plugin proprietario gratuito che funziona solo con Explorer e Mozilla Firefox (Chrome al momento non può essere usato). Una volta scelto il modellino da visualizzare il messaggio per scaricare il plugin apparirà in una finestra pop-up. Ogni modellino può essere “navigato” con diverse finestre e sono presenti tag di spiegazione dei diversi elementi che compongono l’animazione (in inglese).

Dal Monastero al Web

Monastero Maria di Magdala

“Viviamo in clausura, ma non siamo fuori del mondo”, spiega suor Paola, priora del monastero Domenicano “Maria di Magdala” di Moncalieri (sulla collina Torinese). “Il nostro sito, www.mariadimagdala.it, è uno dei canali attraverso i quali entriamo in contatto con le persone e dialoghiamo con gli altri. È uno strumento importante, per questo abbiamo voluto rinnovarlo, rendendolo più chiaro, ma anche ‘al passo con i tempi’ e le nuove tecnologie”.
Realizzato in modo da essere visibile sia sui personal computer, sia sui telefonini e sui tablet, il sito si caratterizza per una grafica semplice e lineare, che aiuta il visitatore a navigare facilmente nei contenuti molteplici e articolati delle diverse pagine. “Usiamo internet – dice suor Mariella, la responsabile del sito – per far conoscere le nostre iniziative, come gli incontri di Lectio Divina che si tengono qui da noi ogni terza domenica del mese, ma anche per condividere riflessioni, per stimolare alla meditazione e all’approfondimento della Parola di Dio. Mettiamo on-line tanti contenuti, che nel vecchio sito si erano andati accumulando in modo un po’ confuso; ora, pur mantenendo tutti i materiali di prima, abbiamo organizzato gli argomenti perché chi ci visita riesca ad accedere a ciò che cerca più facilmente”.

Oltre alle sezioni su “chi sono” e “cosa fanno” le monache, e a una parte in cui approfondire la figura di San Domenico e dell’Ordine dei Predicatori, il sito ha un “capitolo” dedicato appunto a chi vuole “riflettere”: stimoli, spunti, proposte di lettura, di ispirazione poetica, ma soprattutto biblica. “C’è poi una pagina cui teniamo molto – continua suor Paola – quella dedicata ai giovani. È uno stimolo a pensare, partendo da diverse ‘sollecitazioni’: lo spezzone di un film, una frase, una poesia… quest’anno proporremo ogni mese una riflessione su uno sei cinque sensi, visto dalla parte dell’uomo e il mese successivo dalla parte di Dio, con l’invito di venire a scoprire ogni tanto le novità pubblicate costantemente”.
Con l’aiuto di consulenti specializzati, le monache hanno puntato su una home page di impatto, in cui uno slideshow di tre fotografie (che scorrono in alternanza) mette in evidenza gli argomenti in primo piano e di maggiore attualità, tra i quali quest’anno spiccheranno gli eventi per celebrare gli 800 anni di fondazione dei Domenicani. Per il sito sono stati scelti il bianco e nero, i colori dell’Ordine dei Predicatori, ai quali si è affiancato il verde per dare una nota cromatica di vitalità alle pagine.

Subscribe to RSS Feed Seguimi su Twitter!