A scuola di 2.0 – Classe prima

E’ da poco passato il primo mese di scuola e vorrei raccontarvi quello che ho fatto nelle mie classi, grazie soprattutto all’utilizzo delle nuove tecnologie, in modo da dare spunti, suggerimenti e idee a chi volesse cominciare a muovere i primi passi sulla strada di una didattica 2.0. Parto dalla classe prima dell’ordine di scuola in cui insegno, la secondaria di 1°, dove ho parlato della nascita della religione e della religiosità degli uomini primitivi. Prossimamente scriverò qualcosa anche sulla classe seconda dove ho parlato invece della Settimana Santa e infine sulla classe terza dove ho affrontato il tema della coscienza e dei valori.

Classe prima: abbiamo iniziato le lezioni con un brainstorming sul concetto di “religione” che si è poi trasformato in una nuvola di tag stampata e distribuita ad ogni alunno. A questa attività è seguita una riflessione sull’importanza della religione nella vita degli uomini, anche per rispondere alle domande di senso che l’uomo si pone da sempre. Ogni alunno ha scritto e disegnato le proprie domande sul quaderno, all’interno di un enorme punto interrogativo, diviso in tante parti quante erano le domande. Successivamente abbiamo iniziato a parlare degli uomini primitivi, dei segni cha hanno lasciato che ci testimoniano la loro religiosità e il loro desiderio di trovare risposte ai loro perchè. Abbiamo parlato delle pitture rupestri e con la LIM siamo andati a visitare il sito delle grotte di Lascaux, per ammirare i graffiti e cercare di interpretarne il significato. Abbiamo parlato anche dei graffiti moderni e dell’arte di dipingere i muri tipica dei giovani di oggi. Ad ogni alunno è stato affidato il compito di realizzare un graffito su carta o digitale visitando il sito Graffiti Creator. Oltre alle pitture rupestri abbiamo parlato delle sepolture e della cremazione utilizzando la LIM per vedere i riti crematori che da migliaia di anni si svolgono sulle rive del Gange a Varanasi in India. Nei prossimi giorni parleremo dei megaliti e di Stonehenge visitando il famoso monumento con Google Street View e con alcune ricostruzioni in 3D di Google Sketchup.

Alla fine di ogni unità di lavoro ho deciso poi di chiedere un feedback agli alunni, per capire quanto hanno gradito le attività, quanto hanno appreso e se l’utilizzo delle tecnologie è stato opportuno o meno, ma di questo avremo modo di riparlarne nei prossimi post…



“La Preghiera Quotidiana della Bibbia dei Bambini” per iPhone/iPad

Una nuova applicazione per iPhone/iPad della BCNmultimedia di Barcellona. Si tratta di una applicazione gratuita, scaricabile a questo indirizzo, per aiutare i bambini nella preghiera e nella riflessione quotidiana, sia a casa che a scuola. A casa un utile strumento per pregare, a scuola invece una occasione per parlare di Gesù a partire da una citazione biblica. In pratica sono tanti piccoli brani tratti dalla Bibbia, rintracciabili tramite un comodo calendario delle uscite, con altrettante piccole riflessioni e domande che possono aiutare genitori e insegnanti a intavolare una discussione con i propri figli o con i propri alunni. Qui sotto riporto tutte le specifiche ufficiali dell’applicazione:

– App universale per iPhone e iPad
– 7 Lingue: inglese, spagnolo, francese, italiano, tedesco, portoghese e catalano.
– Avvio veloce e facile da usare.
– Interfaccia gradevole.
– Citazioni brevi con grandi caratteri.
– Un passo al giorno, una serie alla settimana.
– Accesso ai passi e alle serie precedenti tramite calendario e indice.
– Possibilità di salvare il passo preferito per poterlo recuperare facilmente.
– Possibilità di condividere i passi della Bibbia tramite e-mail o Facebook.
– Uso off-line (basta collegarsi una volta al mese per caricare nuovi passi).
– Include istruzioni, linee guida e raccomandazioni.

Nei prossimi giorni proporrò un nuovo contest con la possibilità di vincere alcuni codici reedem dell’applicazione più famosa di BCNmultimedia: “La Bibbia dei Bambini”. Keep in touch…



Piccoli creativi crescono (parte 4)

Questi due disegni realizzati da altri miei alunni di prima media, si intitolano: “La Rivoluzione dell’Amore” e “Il perdono dei peccati”…



La parabola dell’insegnante che sapeva vedere lontano

Una cara amica e collega mi ha inviato questa “Parabola” che volentieri pubblico sul blog, perchè potrebbe essere utile da leggere a scuola.

Un giorno un’insegnante chiese ai suoi studenti di fare una lista dei nomi degli altri studenti nella stanza su dei fogli di carta, lasciando un po’ di spazio sotto ogni nome.
Poi disse loro di pensare la cosa più bella che potevano dire su ciascuno dei loro compagni di classe e scriverla.
Ci volle tutto il resto dell’ora per finire il lavoro, ma all’uscita ciascuno degli studenti consegnò il suo foglio.
Quel sabato l’insegnante scrisse il nome di ognuno su un foglio separato, e vi aggiunse la lista di tutto ciò che gli altri avevano detto su di lui/lei.
Il lunedì successivo diede ad ogni studente la propria lista. Poco dopo, l’intera classe stava sorridendo.
“Davvero?”sentì sussurrare.
“Non sapevo di contare così tanto per qualcuno!”
“Non pensavo di piacere tanto agli altri” erano le frasi più pronunciate.
Nessuno parlò più di quei fogli in classe, e la prof non seppe se i ragazzi l’avessero discussa dopo le lezioni o con i genitori, ma non aveva importanza: l’esercizio era servito al suo scopo. Gli studenti erano felici di se stessi e divennero sempre più uniti.
Molti anni più tardi, uno degli studenti venne ucciso in Vietnam e la sua insegnante partecipò al funerale.
Non aveva mai visto un soldato nella bara prima di quel momento: sembrava così bello e così maturo…
La chiesa era riempita dai suoi amici.
Uno ad uno quelli che lo amavano si avvicinarono alla bara, e l’insegnante fu l’ultima a salutare la salma.
Mentre stava lì, uno dei soldati presenti le domandò: “Lei era l’insegnante di matematica di Mark?”..
Lei annuì, dopodiché lui le disse “Mark parlava di lei spessissimo”
Dopo il funerale, molti degli ex compagni di classe di Mark andarono insieme al rinfresco. I genitori di Mark stavano lì, ovviamente in attesa di parlare con la sua insegnante.
“Vogliamo mostrarle una cosa”, disse il padre, estraendo un portafoglio dalla sua tasca. “Lo hanno trovato nella sua giacca quando venne ucciso.
Pensiamo che possa riconoscerlo”
Aprendo il portafoglio, estrasse con attenzione due pezzi di carta che erano stati ovviamente piegati, aperti e ripiegati molte volte. L’insegnante seppe ancora prima di guardare che quei fogli erano quelli in cui lei aveva scritto tutti i complimenti che i compagni di classe di Mark avevano scritto su di lui.
“Grazie mille per averlo fatto”, disse la madre di Mark. “Come può vedere, Mark lo conservò come un tesoro”
Tutti gli ex compagni di classe di Mark iniziarono ad avvicinarsi. Charli sorrise timidamente e disse “Io ho ancora la mia lista. E’ nel primo cassetto della mia scrivania a casa “.
La moglie di Chuck disse che il marito le aveva chiesto di metterla nell’album di nozze, e Marilyn aggiunse che la sua era conservata nel suo diario. Poi Vicki, un’altra compagna, aprì la sua agenda e tirò fuori la sua lista un po’ consumata, mostrandola al gruppo. “La porto sempre con me, penso che tutti l’abbiamo conservata”.
In quel momento l’insegnante si sedette e pianse. Pianse per Mark e per tutti i suoi amici che non l’avrebbero più rivisto. Ci sono così tante persone al mondo che spesso dimentichiamo che la vita finirà un giorno o l’altro. E non sappiamo quando accadrà.
Perciò dite alle persone che le amate e che vi importa di loro, che sono speciali e importanti. Diteglielo prima che sia troppo tardi.

Piccoli creativi crescono (parte 3)

Altri disegni sul tema della Religione, realizzati dagli alunni delle classi prime. I titoli sono: “Guerra contro Pace” e “L’Unione fa la forza”.

“Tra Cielo e Terra” – 12 Dvd dei grandi musical cristiani

Parte dal 6 ottobre la nuova iniziativa di Famiglia Cristiana “Tra cielo e terra”, dodici DVD di musical religiosi raccolti per la prima volta in una collana. Un incontro tra fede e teatro contemporaneo, in una delle forme più diffuse, quella del musical di ispirazione religiosa, che vanta oggi un’importante produzione letteraria e di qualità.

La prima uscita riguarda la storia di San Francesco D’Assisi in “Forza venite gente” messo in scena da Michele Paulicelli su testi di Piero Palumbo, Mario e Piero Castellacci. Seguiranno “Non abbiate paura” (13 ottobre) sulla vita di Giovanni Paolo II per la regia di Gianluca Ferrato, Giuseppe Spedicato e Andrea Palotto. Padre Pio sarà invece l'”Actor Dei” (20 ottobre) di Attilio e Maria Grazia Fontana. Si prosegue con “Caino e Abele” (27 ottobre) di Tony Cucchiara; “Maria di Nazareth” di Maria Pia Liotta (3 novembre); “Via Crucis” di Claudio Insegno (10 novembre); “La lauda di Francesco” con le musiche di Angelo Branduardi per la regia di Oreste Castagna (17 novembre); “Chiara di Dio” di Carlo Tedeschi (24 novembre); “Don Bosco” di Piero Castellacci (1° dicembre); “Madre Teresa”, sempre di Castellacci (7 dicembre) per concludere con “L’uomo dal turbante rosso” (15 dicembre) e “il Risorto” (19 dicembre).

Prima uscita con Famiglia Cristiana il 6 ottobre a soli 4,90 euro. Le successive a 11,90 euro. Con la seconda uscita in regalo il cofanetto raccoglitore della collana. Per informazioni e prenotazioni è disponibile il n. 02.48.02.75.75 o l’indirizzo mail a vpc@stpauls.it

Subscribe to RSS Feed Seguimi su Twitter!